App Inventor 2

Il futuro dei software si è spostato in modo massiccio nel settore mobile, perchè i dispositivi mobili (cellulari, tablet, indossabili, ecc…) si sono diffusi in modo veloce e capillare su tutto il territorio mondiale.

I sistemi operativi principali, che sono installati sui dispositivi mobili, sono iOS per i dispositivi Apple, Android per i suoi dispositivi, e Windows Phone per i suoi dispositivi dedicati.

Per creare app per questi dispositivi bisogna conoscere i linguaggi di programmazione. Ogni sistema operativo, predilige uno o più linguaggi di programmazione.

Per i dispositivi con sistema operativo Android, il linguaggio di programmazione principale da usare è Java.

Google Inc. (oggi Alphabet) aveva inoltre già sviluppato, nella sua prima versione, il linguaggio App Inventor, che è un linguaggio definito “visuale”, molto semplice, che si usa come un puzzle. Questo tipo di linguaggio, nato principalmente per essere di insegnamento ai ragazzi, si è poi sviluppato e diffuso tanto da essere usato da moltissimi utenti di ogni età.

Dopo qualche tempo, Google ha abbandonato il progetto, o meglio, lo ha lasciato all’Università delle Tecnologie del Massachusetts (MIT), che ha continuato a svilupparlo fino a portarlo alla versione 2.

Il MIT, a dire il vero, era già realizzatore del linguaggio Scratch, che continua a sviluppare tutt’ora, e che ha un funzionamento molto simile ad App Inventor.

Grazie proprio alla semplicità di apprendimento del linguaggio, App Inventor è un ottimo punto di partenza per sviluppare app da usare in proprio, distribuire agli amici o anche pubblicare sul Play Store di Google.

Qui trovate i link ai video tutorial che ho realizzato su App Inventor 2

  1. Video di presentazione
  2. Software necessario e panoramica sul software
  3. Il Button (pulsante)
  4. Il Button (pulsante)
  5. Il Button (pulsante)
  6. Lo Screen (lo schermo)
  7. Le Label (etichette)
  8. Le TextBox (caselle di testo per ricevere input dall’utente)
  9. L’istruzione if…then…else
  10. L’istruzione if…then…else
  11. Il Layout (sistemazione dei controlli sull’interfaccia)
  12. La PasswordTextBox (casella di testo con caratteri nascosti)
  13. L’istruzione if…then…else if…else
  14. Gli operatori matematici
  15. Gli operatori matematici
  16. Le variabili
  17. Le variabili
  18. Le variabili
  19. Gli SMS (short message text)
  20. Gli SMS
  21. Come usare le scorciatoie nel Block Editor
  22. Passaggio di valori tra Screen
  23. Gli operatori logici AND e OR
  24. La gestione delle telefonate
  25. L’istruzione Join (per unire le stringhe)
  26. L’istruzione Length (per conoscere la lunghezza in caratteri di una stringa)
  27. L’istruzione Is Empty (per verificare se una stringa è vuota)
  28. L’istruzione CompareText (per confrontare due stringhe)
  29. L’istruzione Trim (per eliminare gli spazi nelle stringhe)
  30. Le istruzioni Downcase e Lowercase (per impostare i caratteri maiuscoli e minuscoli)
  31. L’istruzione Starts at text piece (per conoscere se una parola è in una stringa)
  32. L’istruzione Contain Text Piece (per conoscere se una parola è in una stringa e in che posizione)
  33. L’istruzione Segment text start length (per prelevare solo una parte di caratteri)
  34. L’istruzione Replace all text segment replasement (per sostituire una parola dentro una frase, con un’altra)
  35. Creare una lista e aggiungere gli elementi (la lista è l’equivalente degli array o matrici)
  36. Verificare se un elemento è all’interno di una lista
  37. Verificare quanti elementi ci cono in una lista
  38. Verificare se una lista è vuota
  39. Come selezionare un elemento casuale dalla lista
  40. In quale posizione si trova un elemento nella lista
  41. Selezionare un elemento della lista attraverso indice numerico della sua posizione
  42. Inserire un elemento in una determinata posizione della lista
  43. Sostituire un elemento della lista con un altro elemento
  44. Eliminare un elemento dalla lista
  45. I CheckBox
  46. L’Image (immagini)
  47. La ListPicker (lista di scelta)
  48. Il File (memorizzare un file di testo)
  49. Il TextToSpeech (far leggere del testo con la voce)
  50. Lo SpeechRecognizer (far riconoscere la nostra voce per dettare testi)
  51. Numeri casuali e funzioni matematiche
  52. Il Notifier (le notifiche)
  53. La ListView (gli elenchi)
  54. Gli spinner (altro tipo di elenchi)
  55. OrientationSensor (il sensore giroscopio)
  56. Lo Slider (selettore a trascinamento)
  57. Il LocationSensor (il sensore GPS)
  58. Il Camcorder e VideoPlayer (videocamera e player video)
  59. Lo YandexTranslate (il traduttore internazionale di lingue)
  60. Il Canvas (disegnare sullo schermo)
  61. Il Canvas
  62. Il Canvas
  63. Il Canvas
  64. Il Canvas
  65. Il TinyDB (archivio dati)
  66. Lo Sharing (condivisione dei testi e dati)
  67. I DataPicker e TimePicker (selezionare data e ora)
  68. Il Clock (orologio interno)
  69. Il Clock
  70. Esempio di app Catalogo con memorizzazione in locale
  71. Esempio di app per memorizzare password di sicurezza
  72. Esempio di app per memorizzare password di sicurezza (evoluzione dell’esempio al tutorial 71)
  73. Esempio di app per memorizzare password di sicurezza (evoluzione dell’esempio al tutorial 71 e 72)
  74. Il Web (il componente Web ed estrapolazione Jason di dati da tabella su pagina Web)